Pordoi | Italia

Quando devo scrivere un post cerco di ricercare dentro di me le sensazioni ed emozioni vissute in quel luogo o in quella situazione. Torno con la mente e lo spirito in quel preciso momento.
Quando siamo arrivati ai piedi del Sass Pordoi, dopo aver fatto i biglietti, ricordo che ero in fibrillazione totale, cercavo di mantenere la quiete dentro di me, di avere pazienza ma ho sbranato il toast del pranzo solo con una calma apparente. Agli occhi di Manuel. 😀
Finalmente ci siamo alzati dal barettino della funivia e siamo saliti. Premetto che non era la prima volta per me, vado in quei luoghi fin da bambina e mi porto dentro bellissimi ricordi da adolescente costretta alle piste da sci. 😀
Ma quel giorno vedevo il cielo oscurarsi ed ero presa dall’ansia, temevo di non riuscire a fare buone foto, quindi ogni raggio di sole era prezioso.
La salita dura pochi minuti, tra i quali, gli ultimi sono da capogiro: a picco sulle rocce. Fantastico.
La vista in cima è da mozzare il fiato, sembra di essere su una luna dal cielo blu. E le nubi, come piacciono a me, erano lì ad attendermi. Erano bellissime, più di quanto riuscissi a sperare. Anzi.. essendo l’una di pomeriggio (quindi mezzogiorno ora solare) erano necessarie per fare belle foto. Quando il sole è a picco non esce mai niente di speciale. Che fortuna. E’ il mio giorno. 🙂
Manuel si ferma per un timelapse, io invece lo lascio solo e comincio ad esplorare e a scattare più foto possibile. Lo sappiamo che poi, una volta arrivati a casa, ci sarà una dura selezione e che diventiamo così autocritici che le foto belle si contano sulle dita di due mani.
E’ pieno di gente. Troppa.
Si riesce comunque a ritagliare un pezzo di pace e ad ascoltare il tempo che è trascorso tra quelle rocce e a sentire il vento infinito. Ecco la voce dell’anima di quel posto.
Passiamo più di tre ore a passegiare, a guardare, a scattare e a filmare. Soprattutto ad ascoltare.
Facciamo merenda nel bar e a malincuore scendiamo.

Spesa totale della giornata:
– Funivia: 17€ a testa l’andata e ritorno.
– Pranzo: 5,00 € a testa il toast al bar della funivia + acqua.
– Benzina

Per ogni foto ho utilizzato esclusivamente la luce naturale e le ho scattate durante la passeggiata.
Ho utilizzato la mia Canon 7D con un Canon 10-22mm e un Canon 100mm macro.

Clicca sulle immagini per scorrere la galleria.